Intervento sulle pensioni d’oro superiori a 4.500 euro

0
303
pensioni d'oro

La fonte dalla quale è tratta la notizia è quella del Sole24ore online e questo noto quotidiano economico parla innanzitutto di ricalcolo delle pensioni d’oro attraverso il metodo contributivo dei trattamenti pensionistici che superano la soglia di 4.500 euro erogata su base mensile e il Sole24ore fa giustamente notare che fino a poco prima si era parlato di un altra soglia, quella a 4000€ mensili.


La proposta fatta dal governo M5s-Lega, si concentra su un meccanismo relativo al ricalcolo per quelle che vengono definite come “pensioni d’oro” delle quali sarà ricalcolata la quota retributiva e relativa ai vitalizi di importo cumulativo pari o superiore alla soglia di 90mila euro su base annua e calcolati al lordo.

Le risorse estrapolate da questo meccanismo vengono quindi investite sulle pensioni sotto la forma di integrazioni alle minime ed alle pensioni sociali.

Un esempio semplice del disegno mentale del governo in carica è quello di portare le pensioni che arrivano a 450€ fino ad una quota di 780€ negli anni a venire.

I trattamenti che oggi si attestano intorno ai 450 euro mensili saranno portati a quota 780 euro.

I tagli inizieranno a partire dal primo giorno del mese di gennaio 2019.

In sostanza vi sarà uno spostamento di risorse economiche, prassi consolidata da tutti i partiti che di volta in volta si alternano al governo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here